1 ottobre 2014

Review: Garden of Eden I-Divine palette, Sleek.

Avete presente quando un prodotto sembra chiamarvi con prepotenza e qualsivoglia tentativo d'ignorarlo sembra destinato a cadere miseramente nel vuoto? Ecco. Inserite la sottoscritta in questo quadretto nel momento stesso in cui uscirono le prime immagini della Garden of Eden e capirete cosa intendo.


Lo sanno anche i muri: il verde è il mio colore, trovo sia uno di quelli che mi sta meglio ed è sicuramente quello che mi fa sentire più a mio agio, dandomi sempre la sensazione di "giocare in casa" sguazzando amabilmente nella mia comfort zone. Potevo quindi resistere ad una palette composta da tanti verdi differenti? Non sia mai.

Date le premesse di cui sopra, davo per scontato che i colori presenti mi sarebbero stati d'incanto e che le cialde sarebbero state fantabolanti, come quelle delle altre palette Sleek in mio possesso. MEH, errore! È scattata la punizione del karma: la Garden of Eden è stata in assoluto la palette qualitativamente più deludente tra quelle del brand in mio possesso T_T


Le caratteristiche sono le medesime delle altre palette Sleek: ampio specchio, pennellino doppio con spugnette in entrambe le estremità, dodici cialde che promettevano meraviglie. Differenza principale dalle altre sorelline precedentemente uscite: l'abisso che le separa per quanto riguarda pigmentazione e qualità.
Normalmente in tutte le palette c'è qualche cialda meno scrivente e generalmente si tratta dei colori opachi. La Garden of Eden conta cinque ombretti opachi o opachi con leggera satinatura/manciata di glitter in omaggio e, di questi, quattro di essi sono praticamente invisibili. Gli ultimi due ombretti della prima fila in alto a destra ( Forbidden e Flora ) ed i primi due a sinistra nella seconda fila in basso ( Entwined e Adam's Apple ) sono praticamente privi di pigmentazione. Insistendo si può scorgere qualche traccia di colore swatchandoli sulla mano, ma sugli occhi non si vedono, primer o non primer. Soltanto Adam's Apple, utilizzato su base bianca, risulta visibile in caso si stratifichi il colore. Il restante colore matte, Tree of Life ( ultimo all'estrema destra della fila in basso ), è l'unico tra gli ombretti di questo tipo a risultare davvero scrivente e dalla buona durata. Peccato che la stesura risulti poco omogenea, quasi a chiazze.
Le restanti cialde presentano tutte un finish satinato, una buona pigmentazione, una durata discreta ( 6/7 ore in caso di primer, meno in caso non venga utilizzata una base. ) Utilizzandoli bagnati i colori risultano ancor più vividi e carichi di riflessi. Il fallout risulta contenuto e non tendono ad infilarsi nelle pieghette.


Mi ha delusa parecchio. In quanto a qualità non regge minimamente il confronto con le altre palette Sleek in mio possesso, nel complesso, perché le cialde opache sono praticamente tutte inutili. Non la consiglierei e, probabilmente, tornando indietro non la riacquisterei.
Il prezzo è di 9,90€/9£ ed risulta ancora reperibile sul sito ufficiale, ma potete trovarla senza problemi anche su eBay. Fatevi un favore, risparmiate i vostri soldi e compratevi una pizza. Ci guadagnerete di più.

12 commenti:

Elle Effe ha detto...

ciao Fede!
anche io ho questa palette, e mi ci trovo benissimo!
I colori opachi (tranne il verdolino stinto) non sono così male, anzi gli ultimi delle due file sono entrambi decisamente trooppo pigmentati e pericolosi per i miei gusti (ma poco sfumabili hai ragione).. in ogni caso io invece trovo che la Sleek si stia migliorando con il tempo, perchè alcuni colori opachi della Showstoppers per esempio sono mooolto peggio!
:(

LaDama Bianca ha detto...

Eh mia cara, te lo dissi che qualitativamente non era buona.
Io la presi in tutta fretta dal sito e ne sono rimasta così delusa che poi non ne ho prese più.

Sue ha detto...

Io non mi trovo poi così male con questa Sleek, sarà che tra tutte le cialde uso sempre le solite tre: Flora, Entwined e Tree of Life (l'unica con cui ho avuto seri problemi di sfumatura e fallout come se piovesse), per il resto non posso fare il confronto con le ultime uscite perché ahimè questa è proprio l'ultima che sono riuscita ad accaparrarmi ultimamente ._.

Misspiccolasarina C. ha detto...

Fede!
Sai che io invece mi ci sono trovata molto bene con questa palettina? Trovo pigmentatissimi i colori brillanti e più "metallici" e comunque ben visibili anche quelli opachi. Naturalmente, non parliamo di alta pigmentazione stile Carbon Black di Mac però è più che buona!
Saranno differenti le palette?
Ti mando un bacione bella <3

misssarinamakeup.blogspot.it

Marina ha detto...

Se nel giardino dell'eden ci sono 'sti colori, io non ci voglio andare. Mai piaciuta, l'ho vista da sephora e boh, ho cambiato strada.

Spendi e Spandi ha detto...

L'avrei presa ma leggere svariate recensioni negative mi ha fermata da un acquisto sbagliato, per quanto economico. E' un peccato perchè i colori proposti sono molto belli, almeno nelle cialde!

Silya ha detto...

Ti dirò, a me non è dispiaciuta, anzi! In realtà i colori opachi sono quelli su cui contavo meno, quelli che mi hanno convinta a comprarla sono i verdini shimmer e i rosini/marroncini della prima fila a sinistra :)

countryroseblog ha detto...

Mi dispiace questa palette non sia qualitativamente pari alle altre Sleek. Io non l'ho presa perché non uso molto i verdi suoi miei occhi.

Rey In Wonderland ha detto...

Peccato, sembrava promettere bene! :(

Axelle Bruci ha detto...

A questo giro mi trovo in disaccordo: la Garden of Eden è diventata una delle mie palette preferite e la trovo qualitativamente simile alle altre sleek...insomma de gustibus ovvio, ognuno ha le sue impressioni! Io la sto usando non stop da un mese ormai! :)

Bridget Jones L'eleganzaDelRiccioBlog ha detto...

Io invece le sono affettivamente legata: è la mia prima Sleek, trovata fortunosamente in un Sephora quando ero di passaggio a TorinoXD I colori sono supercalifragilistichespiralitosi, la scrivenza non è al livello delle Nabla per dire, ma ne ho viste di peggiori. Ora sono in cerca della Vintage RomanceXD

Federica | La Favola Russa ha detto...

@Elle Effe: davvero? E dire che quella è una delle palette che ho sempre sentito nominare tra le preferite di tutte.
@LaDamaBianca: quando me lo dicesti l'avevo già ordinata purtroppo :|
@Sue: anche io alla fin fine uso sempre le stesse ed è proprio un peccato che ogni santa volta ci siano cialde da sacrificare in quanto poco performanti.
@Misspiccolasarina: sicuramente ci sono differenze tra le varie palette ma di base credo che la qualità sia la stessa per tutta la "serie". Non so, forse mi aspettavo io di più :/ Dopo la Vintage Romance ho sempre alte aspettative.
@Marina: mi sa che hai fatto bene -_-
@Spendi e Spandi: i colori in sé sono molto belli, nonostante la varietà sia piuttosto scialba in generale.
@Silya: quelli non sono male, sono quelli opachi che sono spesso una mazzata sui denti purtroppo.
@countryroseblog: io sì, ma avrei dovuto decisamente lasciar perdere. Per una volta le mille review negative avevano ragione.
@Rey: decisamente troppo bene..
@Axelle: anche io continuo ad usarla ( i verdi son sempre verdi! ) ma so già di non potermi aspettare determinati tipi di resa col passare delle ore :S
@Bridget: la Vintage Romance è l'amore, ♥

Posta un commento